Ultima modifica: 25 Gennaio 2021
Patto educativo di corresponsabilità > Integrazione del patto educativo di corresponsabilità infanzia

Integrazione del patto educativo di corresponsabilità infanzia

La complessità del momento presente e la mancanza di certezze in ordine al possibile futuro sviluppo della pandemia SARS-COV-2 impone una riflessione comune sulle strategie e sulle iniziative utili alla organizzazione per la ripartenza in sicurezza del nuovo anno scolastico.   Si intende con questo documento redigere il Patto educativo di Corresponsabilità anche per la Scuola dell’Infanzia, così come già redatto per gli altri ordini di scuola ,con l’impegno delle famiglie, a rispettare l’alleanza educativa tra scuola, famiglia e alunni. 

Tale documento rappresenta pertanto un’ ulteriore integrazione al Patto di corresponsabilità approvato dal Collegio dei docenti nella seduta del 1/9/2020 con delibera n. 2 e dal Consiglio d’Istituto con delibera n. 21 del 1/9/2020

 Il Patto di Corresponsabilità Educativa, è un documento di natura contrattuale e pertanto ne è richiesta la sottoscrizione da parte ciascun genitore finalizzata all’assunzione di impegni reciproci. 

 

L’ISTITUTO COMPRENSIVO “RITA LEVI MONTALCINI” DI GORGONZOLA

VISTO 

il D.Lgs. 16 aprile 1994, n. 297, Testo Unico delle disposizioni legislative vigenti in materia di istruzione, relative alle scuole di ogni ordine e grado;

VISTO 

il D.P.R. 8 marzo 1999, n. 275, Regolamento dell’autonomia scolastica;

VISTO 

il D.P.R. 26 giugno 1998, n. 249, Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria e ss.mm.ii;

VISTO 

la Legge 13 luglio 2015, n. 107, Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega per il riordino delle disposizioni legislative vigenti;

VISTO 

il D.Lgs. 9 aprile 2008, n. 81, Testo Unico in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;

VISTO 

l’Art. 3 del DPR 235/2007;

VISTA

la Legge 22 maggio 2020, n. 35, Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, recante misure urgenti per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da SARS-COV-2;

VISTA

la Legge 6 giugno 2020, n. 41, Conversione in legge con modificazioni del decretolegge 8 aprile 2020, n. 22, recante misure urgenti sulla regolare conclusione e l’ordinato avvio dell’anno scolastico e sullo svolgimento degli esami di Stato;

VISTO

il Documento tecnico sull’ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive nel settore scolastico, tramesso dal CTS – Dipartimento della protezione civile in data 28 maggio 2020 e il Verbale n. 90 della seduta del CTS del 22 giugno 2020;

VISTO

il documento “Quesiti del Ministero dell’Istruzione relativi all’inizio del nuovo anno scolastico”, tramesso dal CTS – Dipartimento della protezione civile in data 7 luglio 2020;

VISTO 

il D.M. 26 giugno 2020, n. 39, Adozione del Documento per la pianificazione delle attività scolastiche, educative e formative in tutte le Istituzioni del Sistema nazionale di Istruzione per l’anno scolastico 2020/2021 (Piano scuola 2020/2021);

VISTA

l’O.M. 23 luglio 2020, n. 69;

VISTO

il Protocollo d’intesa per garantire l’avvio dell’anno scolastico nel rispetto delle

regole di sicurezza per il contenimento della diffusione di SARS-COV-2 del 6 agosto 2020;

VISTE

le Linee guida e le Note in materia di contenimento della diffusione del SARS-CoV2 in ambito scolastico e l’avvio in sicurezza dell’anno scolastico 2020/2021 emanate dal Comitato Tecnico-Scientifico e dai diversi Uffici Scolastici Regionali;

VISTI  

il DVR dell’Istituto e le sue integrazioni;

 SI SOTTOSCRIVE LA SEGUENTE INTEGRAZIONE AL PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITÀ:

La SCUOLA  si impegna a:

  1. garantire condizioni di sicurezza e di igiene in tutti gli ambienti dedicati alle attività scolastiche e un ricambio periodico dell’aria in tutti gli ambienti;
  2. predisporre cartellonistica e segnaletica da affiggere nei vari ambienti scolastici;
  3. mettere a disposizione gel igienizzanti,
  4. individuare il referente COVID-19 per il servizio educativo nella persona del Responsabile della struttura o, in sua assenza, di un educatore addetto al primo soccorso;
  5. condividere con il personale le procedure per l’isolamento in sicurezza di eventuali casi di sospetto COVID-19 che dovessero verificarsi;
  6. garantire che tutto il personale si atterrà rigorosamente e scrupolosamente, nel caso di accertata infezione da Covid-19 da parte di un/una bambino/a o adulto frequentante, ad ogni disposizione dell’autorità sanitaria locale;
  7. garantire che il personale educativo si impegni a promuovere con i bambini le misure igienico-comportamentali preventive (es. frequente lavaggio delle mani) con modalità anche ludiche, compatibilmente con l’età e con il grado di autonomia e consapevolezza dei bambini;
  8. promuovere, per quanto possibile, le attività educative e ludiche all’aperto;
  9. attuare eventuali forme di didattica, anche a distanza, inclusiva e attenta ai bisogni formativi di tutti gli allievi.

(in caso di emergenza sanitaria garantire, in modo inclusivo e attento, legami educativi a distanza nel rispetto dei bisogni formativi di tutti i bambini)

 

  1. organizzare e realizzare azioni di informazione e di formazione rivolte alle famiglie e al personale scolastico per la prevenzione dell’infezione da SARS-CoV-2;

La famiglia si impegna a:

 

  1. essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti in data odierna: evitare assembramenti, indossare la mascherina quando richiesto , lavarsi spesso le mani, evitare abbracci e strette di mano, non toccarsi occhi naso e bocca con le mani, starnutire o tossire nel fazzoletto o nella piega del gomito;
  2. condividere e sostenere le indicazioni della Scuola, in un clima di positiva collaborazione, al fine di garantire lo svolgimento in sicurezza di tutte le attività scolastiche;
  3. essere consapevole che non è consentito sostare oltre il tempo necessario negli spazi del servizio nè entrare nelle sezioni o negli spazi riservati ai bambini;
  4. garantire il puntuale rispetto degli orari di accesso/uscita dalla scuola.
  5. partecipare attivamente alla vita della scuola, consultando con regolarità il sito e il registro elettronico;
  6. essere consapevole e accettare che verrà misurata in ingresso la temperatura corporea del/della bambino/a e del genitore/adulto accompagnatore mediante l’uso di termometri che non prevedono il contatto, e che tale misurazione potrà essere effettuata al/alla bambino/a anche durante la giornata educativa; nel caso in cui la temperatura corporea del genitore/adulto accompagnatore o del bambino sia superiore ai 37.5°C o in presenza di sintomi evidenti riconducibili al COVID-19 (brividi, tosse secca, spossatezza, indolenzimento, dolori muscolari, diarrea, perdita del gusto e/o dell’olfatto, difficoltà respiratorie o fiato corto) non sarà possibile per il/la bambino/a accedere al servizio o permanere;
  7. monitorare sistematicamente e quotidianamente lo stato di salute delle proprie figlie, dei propri figli e degli altri membri della famiglia, e nel caso di sintomatologia riferibile al SARSCOV-2, tenerli a casa e informare immediatamente il proprio pediatra di famiglia o la guardia medica seguendone le indicazioni e le disposizioni;
  8. essere consapevole e accettare che in caso di insorgenza di febbre (temperatura superiore ai 37.5°C) o di altri sintomi il personale educativo provvederà all’isolamento del/della bambino/a con un adulto di riferimento, e ad informare immediatamente i familiari perché si rechino in struttura nel più breve tempo possibile per riprendere il/la bambino/a.
  9. in caso di positività accertata al SARS-COV-2 della propria figlia o del proprio figlio, collaborare con la Scuola e con il Dipartimento di prevenzione (DdP) per consentire il monitoraggio basato sul tracciamento dei contatti stretti al fine di identificare precocemente la comparsa di possibili altri casi;
  10. comportarsi con diligenza, nel rispetto delle regole, e delle raccomandazioni scientifiche, al fine di scongiurare la diffusione del virus e l’esposizione a pericolo della salute propria e della comunità scolastica.
  11. essere consapevole che non è consentito portare giochi e oggetti da casa;
  12. essere consapevole dell’obbligo di comunicare, in forma scritta e documentata, l’eventuale situazione di “fragilità” del/della proprio/a bambino/a (soggetto esposto ad un rischio potenzialmente maggiore nei confronti dell’infezione da COVID-19).

 

Le famiglie si impegnano inoltre a rispettare le seguenti condizioni:

Le “precondizioni” per la presenza a Scuola degli alunni sono:

  1. l’assenza di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore a 37,5° C anche nei tre giorni precedenti;
  2. non essere stati in quarantena o isolamento domiciliare negli ultimi 14 giorni;
  3. non essere stati a contatto con persone positive al SARS-COV-2, per quanto a propria conoscenza, negli ultimi 14 giorni.

Chiunque abbia una sintomatologia respiratoria o temperatura superiore a 37,5° C dovrà restare al proprio domicilio e non entrare a Scuola.

Si rimanda, pertanto, alla responsabilità individuale rispetto allo stato di salute dei minori affidati alla responsabilità genitoriale.

APPROVATO CON DEL. n° 2 DEL COLLEGIO DEI DOCENTI DEL 01/09/2020
APPROVATO CON DEL. n° 21 DEL CONSIGLIO DI ISTITUTO DEL 01/09/2020

 

 




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie! Cliccando qualsiasi link su questa pagina si auorizza l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi