Ultima modifica: 13 Ottobre 2016
Scuola dell’Infanzia > La nostra storia > Metodologia e finalità

Metodologia e finalità

SCUOLA DELL’INFANZIA COLLODI  

                              La scuola che “lavora” per sfondo integratore

La Scuola dell’Infanzia è parte di un percorso formativo unitario, dall’infanzia all’adolescenza, pertanto il curricolo della scuola dell’Infanzia accompagna lo sviluppo dei bambini rispettando le diversità, il valore della creatività e la qualità dei contesti di esperienza.

La Scuola dell’Infanzia si pone la finalità di promuovere nei bambini lo sviluppo dell’identità, dell’autonomia, delle competenze e li avvia alla cittadinanza.

  • Consolidare l’identità significa vivere serenamente tutte le dimensioni del proprio io, stare bene, essere rassicurati nella molteplicità del proprio fare e sentire, sentirsi sicuri in un ambiente sociale allargato, imparare a conoscersi e ad essere riconosciuti come persona unica ed irripetibile.
  • Sviluppare l’autonomia significa avere fiducia in se e fidarsi degli altri provare soddisfazione nel fare da se ma anche saper chiedere aiuto
  • Acquisire competenze significa giocare, muoversi, manipolare, curiosare, domandare e imparare a riflettere.
  • Vivere le prime esperienze di cittadinanza significa scoprire “ l’altro da se” e attribuire progressiva importanza agli altri e ai loro bisogni, rendersi sempre meglio conto della necessità di stabilire regole condivise.

Il curricolo della scuola dell’infanzia non coincide con la sola organizzazione delle attività didattiche ma si esplica in un’equilibrata integrazione di momenti di cura, di relazione, di apprendimento, dove le stesse routine (l’ingresso, il pasto, la cura del corpo ecc) svolgono una funzione di regolazione dei ritmi della giornata e si offrono come “base sicura” per nuove esperienze. Lo stile educativo dei docenti si ispira a criteri di ascolto, accompagnamento, interazione partecipata, mediazione comunicativa, con una continua capacità di osservazione del bambino.

Il percorso previsto dalla programmazione di plesso è strutturato per sfondo integratore.

Cos’è lo sfondo integratore?

 “Lo sfondo integratore” è uno strumento educativo che definisce una progettazione didattica flessibile e rigorosa. Il metodo di lavoro si qualifica secondo passaggi chiave dell’operare bambino /docente:

  • raccogliere: raccolta delle conoscenze dei bambini
  • integrare: integrazione delle conoscenze con altre informazione raccolte con il supporto della famiglia
  • ricercare: ricerca dei materiali, esplorazione delle potenzialità dei materiali, della loro trasformazione.
  • costruire : ideazione e costruzioni di nuovi elementi, ambienti e quant’altro scaturisce dalla creatività dei bambini.

“Il bambino viene così favorito a collocarsi nel tempo e nello spazio da un educatore che assume una sorta di ruolo di regista. L’educatore può infatti prevedere gli scenari, i materiali, i collegamenti, i percorsi più adatti e, quando è posto di fronte al bambino, deve saper valorizzare l’occasione, l’evento e lo spunto non programmato” (Zanelli, 1986).

Il personaggio fantastico Agenore Doria accompagna gli alunni lungo tutto il percorso educativo – didattico introducendoli nei vari ambienti di apprendimento con un approccio di tipo narrativo.

Le insegnanti predispongono gli scenari, il materiale, i collegamenti, i percorsi più adatti per un apprendimento motivante, che privilegia il fare e la didattica laboratoriale nell’articolazione dei campi di esperienza .

Il percorso didattico prevede anche l’allestimento della la giornata di scuola aperta e lo spettacolo di fine anno

 




Avviso: su questo sito si utilizzano i cookie! Cliccando qualsiasi link su questa pagina si auorizza l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni

Questo sito abilita l'utilizzo dei cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Se vuoi saperne di più sull’utilizzo dei cookie nel sito e leggere come disabilitarne l’uso, leggi la nostra informativa estesa sull’uso dei cookie.

Chiudi